sabato 3 gennaio 2009

6 GENNAIO .....


Sono stata una bambina fortunata io!Avendo una mamma spagnola, (in Spagna la Befana non esiste)prendevo sempre 2 regali,il 25 perchè passava Babbo Natale ed il 6 perchè passavano i Re Magi....Ancora oggi a casa della mamma si brinda al passaggio dei Magi.
Il 6 gennaio tutti i bambini spagnoli si svegliano presto e corrono a vedere i regali che i Re Magi hanno lasciato. Il giorno precedente mettono davanti alla porta un bicchier d' acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare e una scarpa.
In molte città si tiene il corteo dei Re Magi, in cui i Re sfilano per le vie cittadine su dei carri riccamenti decorati.
In Catalogna sono vive molte tradizioni specificamente legate ai Re Magi, alcune delle quali del tutto locali, altre più diffuse. Nella maggior parte della Catalogna, il Paggio Gregorio prepara la strada ai re informandoli su chi sia stato buono o cattivo; nel paese di Cornellà de Llobregat, invece, questo ruolo è svolto da Mag Maginet, mentre a Terrassa il paggio si chiama Xiu-Xiu (tranne per Gaspare, il cui servitore è Hassim Jezzabel). La parata dei re ad Alcoi (che non è in Catalogna ma nella regione di Alicante della comunità autonoma di Valencia) è ritenuta da alcuni la più antica del mondo; i partecipanti che rappresentano i re e i loro paggi attraversano la folla a piedi, offrendo i loro doni direttamente.

In Catalogna Melchiorre (Melcior) è un personaggio di carnagione chiara che porta ai bambini dei gingilli; è vestito come un sovrano medioevale e, nonostante sia il più giovane dei tre, è bianco di barba e di capelli, per la punizione ricevuta da Gesù per aver dato eccessivo risalto alla sua forza e giovinezza. Gaspare (Gaspar) è anche lui di carnagione chiara, con un costume simile ma ha i capelli castani e porta con sé i giocattoli. Baldassarre (Baltasar) è invece di carnagione scura ed è vestito come un arabo o un moro. Il suo compito è quello di lasciare un pezzo di carbone ai bambini che sono stati cattivi.
Spero che vi sia piaciuta la storia.
Baci

9 commenti:

unika ha detto...

La befana non tutti la fasteggiano...invece noi da piccoli avevamo la befana....babbo natale non arrivava:-) un bacio e...certo che devi darmi del tu:-)
Annamaria

Tittina ha detto...

ciao Lunetta mi piace la storia dei re magi nella terra spagnola....sei stata una bimba fortunata con tutte le storie che ti hanno raccontato da parte di mamma spagnola e dal papa italiano......un saluto Tittina

Mammazan ha detto...

Benvenuta nel gruppo delle amiche di cucina.
Complimenti per tutte le cose belle che hai postato e per il blog fresco e simpatico.
Anche io porto il nome di mia nonna..che adoro ed è sempre nei miei pensiero anche se è morta da 40 anni!!!

Mary ha detto...

Al paese mio la befana non si festeggia e non sapevo nemmeno cosa fosse questa festa !

LUNETTA ha detto...

vi ringrazio per la visita che appena posso ricambierò con vero piacere
un bacione a tutte

Kikka.... ha detto...

Grazie Lunetta di questo racconto. Ci volevano proprio i Re Magi! Si parla solo di Befane...dimenticando il vero senso del 6 Gennaio! Kikka

AmosGitai ha detto...

Augurandoti un felice e sereno 2009 ti invito a votare i CINEMAeVIAGGI AWARDS 2008: scegli tu i migliori film ed interpreti del 2008!!!

lella ha detto...

il bello di avere dei bambini in casa è anke quello di credere insieme a loro a queste tradizioni.
Purtroppo il tempo passa e quando i bimbi son ormai grandi anke queste ricorrenze svaniscono.
Ke dici?
beato ki ci crede ancora!!!
Lella

Mammazan ha detto...

Bellissimo questo racconto e me ne aspetto degli altri.. credo che tu abbia parecchie cose interessanti di cui farci partecipi.
Quando ero piccola la Befana portava pochi doni, la 2° guerra era passata da qualche anno, e il carbone era .. carbone vero, altro che storie!!!

gadgets by marnu


LUNETTA


GADGETS BY MARNU